Paolo Rossetti ha maturato negli scorsi anni una passione per la robotica educativa conosciuta per la prima volta in Svizzera dove insegna all’università della Svizzera Italiana a Lugano e dove lavora spesso negli ultimi anni per il Politecnico di Losanna ed il Wyss Institute di Zurigo.

Con La forma del cuore da cinque anni ormai Paolo insieme con Daniela Scotti, educatrice professionale esperta nell’ambito delle tecnologie per l’inclusione sperimenta:

  • Vacanze scientifiche residenziali (nome in codice Robot@Verdeto) sul modello appreso in Svizzera de l’Ideatorio dell’USI (con cui Rossetti collabora saltuariamente e di cui apprezza e condivide filosofia, pratiche e valori)
  • Attività didattiche innovative come escape game (presentati al Didacta di Firenze), attività contro il cyberbullismo e per l’uso consapevole della rete come Robokkio collaborando con Agenzie di comunicazione di prestigio come Binario srl e Tungsteno Design e Cooperative Sociali come Stripes Digitus Lab con cui negli anni è nata una vera e propria Amicizia che va oltre l’ottimo rapporto professionale.
  • Conduzione di attività educative per le scuole primarie con il robot Thymio (Scuola Calvino a Piacenza, Istituto Comprensivo di Borgonovo Val Tidone, Scuola Primaria di Travo ecc.)
  • Conduzione di corsi per i docenti delle scuole primarie
  • Animazione presso manifestazioni nazionali e internazionali di robotica educativa (MakerFaire, Festival Internazionale della Robotica di Pisa, Didacta a Firenze)
  • Pubblicazione di libri di attività didattiche con Thymio distribuiti ai docenti in Creative Common sulla piattaforma per i docenti svizzeri Roteco.ch e venduti dal Centro educativo Borgione di Torino, tradotti in quattro lingue (Francese, Tedesco e Inglese) e ceduti all’EPFL.

Su questo tema Paolo Rossetti collabora con l’Associazione Mobsya a Losanna di cui è stato eletto come segretario del Consiglio di gestione, con Mint & Pepper, l’outreach del Wyss Institute di Zurigo per il programma Cybatlhon@School e con Stripes Digitus Lab al Mind Milano.

Paolo Rossetti ha attive anche delle collaborazioni a titolo gratuito con Fondazione ASPHI a Bologna e con il CNR di Roma (Istituto di Scienze della Cognizione – Dott. Vito Trianni e Dott.ssa Alessandra Vitanza), con l CNR Tecnologie Didattiche di Genova (Dott.ssa Lucia Ferlino) e con Oscar Pastrone per la comunicazione Aumentativa ed lo strumento SIMCAA.

Escape Game – Il detective scomparso

L’escape room è un gioco di logica nel quale i concorrenti, chiusi in una stanza, sono impegnati nella ricerca di una via di uscita utilizzando e risolvendo codici, enigmi, rompicapo e indovinelli. 

L’obiettivo del gioco è quindi quello di stimolare la mente, l’intuito e il team building, perché la collaborazione tra i partecipanti è uno dei fattori indispensabili per portare a termine la missione.

Di cosa si tratta?

  • 1 indagine interrotta da completare in 40 minuti
  • 6 creature luminose rinchiuse in scatole trasparenti
  • 1 detective dei carabinieri RIS (Raggruppamento Investigativo Scientifico) scomparso misteriosamente
  • 4 indizi nascosti
  • 1 voce narrante di un professionista doppiatore di fama nazionale (Luca Catanzaro)

guidano una classe alla scoperta del robot educativo Thymio.

Obiettivi d’apprendimento

  • Osservare con attenzione un robot; Comprendere come si attiva e disattiva, che si comporta in modo diverso a seconda del programma in esecuzione.
  • Condurre esperimenti con precisione e sotto la pressione del tempo che scorre scandito da un timer.
  • Collaborare con i membri della propria squadra e con le altre squadre per risolvere un enigma comune.
  • Ascolto delle indicazioni fornite da una voce narrante e deduzione delle attività e compiti da svolgere partendo unicamente dagli indizi forniti.

Robokkio e Okkio alla C.A.C.C.A. sul web

Robokkio ed Okkio alla C.A.C.C.A. sul Web sono due facce della medesima esperienza per le scuole e le comunità che intendono affrontare il tema dei rischi e delle opportunità delle nuove Tecnologie digitali tramite la robotica educativa ed un sito web pensato per i genitori e gli insegnanti.

  1. Robokkio è un’esperienza didattica di una mattina con classi delle scuole primarie e secondarie di primo grado in cui si introducono i temi dei rischi e delle opportunità del web tramite il robot educativo Thymio che dopo aver stimolato una breve discussione su cosa sia un robot, sfida i ragazzi in alcune sfide verificando le loro conoscenze sui rischi e sulle opportunità del web e mostrando i ruoli dei diversi attori in una situazione di cyberbullismo.
  2. Okkio alla C.A.C.C.A. (sono le iniziali delle 5 categorie di rischi delle tecnologie digitali Contenuti, Attenzione, Contatti, Comportamenti e Acquisti) sul web e’ un portale per i genitori sviluppato con l’agenzia di comunicazione Binario srl e Tungsteno Design. Al progetto si è unita la cooperativa Stripes con l’entusiasmo del Vicepresidente Dott. Igor Guida che sta portando Robokkio e Okkio alla CACCA sul web in tour per l’Italia e presso i locali dello Stripes Digitus Lab al MIND Milano
  3. Forse diverrà anche un kit per le scuole in collaborazione con La Fabbrica dei Segni un cooperativa sociale di tipo B che sta sperimentando la produzione del kit per le scuole.

Libri Attività didattiche con Thymio per le scuole